Rossi vince, vince la sinistra

Rossi vince, vince la sinistra

Firenze – “Toscana, terra di sinistra”. La constatazione postata oggi dal neo-presidente Enrico Rossi sulla sua pagina facebook suona come una rivendicazione, orgogliosa forse, ma giustificata. Scrive Rossi, questa mattina presto: “La destra trova nella Lega il proprio leader, Forza Italia si affloscia, ma la Toscana si riconferma terra di sinistra. Possiamo governare per i prossimi 5 anni la Regione, ma adesso o la sinistra europea reinterpreta il socialismo e supera l’austerità o i nazionalismi fascioleghisti continueranno ad avanzare”.

Con 20.000 voti personali, il più votato presidente Pd delle Regioni in palio in questa tornata elettorale caratterizzata da un forte astensionismo, digerisce la fatica della lunga campagna sui territori e la nottata dei risultati, analizzando i dati e commentandoli nel corso della conferenza stampa che si è tenuta questa mattina nella sede del Pd, in via Forlanini a Firenze, presente il segretario regionale Dario Parrini.

Nella foto: Enrico Rossi nella conferenza stampa presso la sede del Pd di via Forlanini, a Firenze, insieme al segretario regionale del Pd Dario Parrini per commentare il risultato regionale

Nella foto: Enrico Rossi commenta i risultati elettorali della Toscana presso la sede del Pd di via Forlanini, a Firenze, insieme al segretario regionale Dario Parrini.

Per i nostri lettori ecco un riepilogo definitivo dei risultati, forniti dall’Agenzia di informazione della giunta regionale Toscana Notizie: con il 48,03%, corrispondente a 656.498 voti, Enrico Rossi (Pd) è di nuovo eletto presidente della Regione Toscana. Il risultato si riferisce a 3.967 sezioni su 3.969: mancano infatti all’appello due sezioni (in provincia di Arezzo) che non sono riuscite a completare le operazioni di scrutinio entro le 12 ore prescritte. Il regolamento prevede che in casi del genere a concludere le operazioni sia il competente Ufficio centrale circoscrizionale. In ogni caso le due sezioni sono ininfluenti rispetto al risultato finale.

Al secondo posto si classifica Claudio Borghi (Lega Nord) (con il 20,02% e in cifra assoluta 273.576 voti) seguito dall’esponente dei 5Stelle Giacomo Giannarelli (205.671 voti per il 15,05%). Stefano Mugnai (Forza Italia) segue con 124.150 voti (il 9,08%) e Tommaso Fattori (Lista Sì. Toscana a sinistra) ottiene 85.826 voti per un 6,28%. Chiudono Giovanni Lamioni (Passione per la Toscana) e Gabriele Chiurli (Democrazia Diretta) con, rispettivamente, 17.398 voti (1,27%) e 3.614 voti (0,26%).

Su circa 3 milioni di elettori ed elettrici iscritti, sono andati a votare in 1.441.510 (48,3%). I voti risultati validi per i candidati presidenti sono stati, sempre tenendo conto del non completamento dello scrutinio in due sezioni, 1.366.733: 123 le schede contestate e non assegnate, 20.678 le bianche e 49.478 le nulle.

Rispetto alle liste che sostenevano i candidati presidenti, le due per Enrico Rossi (Partito Democratico e Popolo Toscano) hanno preso, rispettivamente, 614.406 voti (46,35%) e 22.724 voti (1,71%). Le due liste a sostegno di Claudio Borghi (Lega Nord Toscana e Fratelli d’Italia) hanno conquistato rispettivamente 214.1238 voti (16,16%) e 51.077 voti (3,85%). La lista che sosteneva Giacomo Giannarelli, il Movimento 5 Stelle, ha preso 200.483 voti (il 15,13%). Delle due liste che sostenevano Stefano Mugnai, Forza Italia ha preso 112.394 voti (8,48%) e Lega Toscana 7.976 (0,6%). La lista “Si Toscana a sinistra“, a sostegno di Tommaso Fattori, ha preso 83.119 voti con il 6,27%. Questi, infine, i risultati delle liste a sostegno di Giovanni Lamioni (Passione per la Toscana: 15.808 voti per l’1,19%) e di Gabriele Chiurli (Democrazia Diretta: 3.317 voti per lo 0,25%).

“C’è più di un motivo per una grande soddisfazione personale – ha ribadito Rossi – e per il risultato del Pd. Per entrambi, candidato e partito, la Toscana è un caso straordinariamente positivo, e questo darà un impulso nuovo a quello che dovremo fare. In Toscana abbiamo realizzato il Pd come una comunità, in cui io mantengo il mio profilo politico e lavoro per un risultato di partito e perchè il segretario faccia il suo. Questo è stato il segreto del successo. Sono rimasto di sinistra senza fare una opposizione interna sterile. La sinistra di governo a cui appartengo sta nel Pd. Quando la sinistra decide di andare da sola non va da nessuna parte.”

“La destra, ha aggiunto il presidente della Toscana, “vira verso l’egemonia della Lega, ma non raggiunge risultati come furono quelli della mia competitrice di cinque anni fa, pari al 34-35%. Esce comunque ridimensionata, con Forza Italia che ha fatto flop”. Quanto alla crescita dell’astensione, anche in Toscana, Rossi ha evidenziato la necessità di un “riallineamento delle tornate elettorali” e ha sottolineato come abbia pesato il fatto che questo fosse “il primo lungo ponte per le vacanze”.

“Per quanto riguarda la giunta penso che bisognerà mischiare un po’ tra continuità e cambiamento, aiutando la formazione di una nuova classe politica per la Toscana, l’obiettivo del rinnovamento va perseguito trovando una misura. E chi farà l’assessore dovrà farlo per tutta la regione.

La prima cosa che faremo – conclude Rossi – sarà realizzare le 25 proposte che ho lanciato in campagna elettorale”.

di Susanna Cressati

LA FOTOCRONACA DELLA GIORNATA E DELLA NOTTE ELETTORALE:

Nella foto: Enrico Rossi mentre deposita la scheda nell'urna dopo aver votato al seggio di via Montebello, alla scuola materna Nencioni

Prima di tutto il voto: Enrico Rossi mentre deposita la scheda nell’urna dopo aver votato al seggio di via Montebello, alla scuola materna Nencioni

Nella foto: L'attesa dello spoglio al Comitato di Piazza Frescobaldi

L’attesa dello spoglio al Comitato di Piazza Frescobaldi

Nella foto: Enrico Rossi controllo l'affluenza dei dati al Comitato elettorale

Enrico Rossi controlla l’affluenza dei dati al Comitato elettorale. Si capisce subito che il risultato finale si aggirerà sul 48%.

Per la prima volta, per lo spoglio delle schede è stata realizzata una diretta streaming da un comitato elettorale sul canale You Tube del sito EnricoRossiPresidente

Per la prima volta, per lo spoglio delle schede è stata realizzata una diretta streaming da un comitato elettorale sul canale You Tube del sito EnricoRossiPresidente

LA PRIMA DICHIARAZIONE DI ENRICO ROSSI SUL RISULTATO DEL VOTO REGIONALE DELLA TOSCANA, FATTA NELLA DIRETTA STREAMING SUL CANALE YOU TUBE DI ENRICOROSSIPRESIDENTE:

image_pdfimage_print

Leave a Reply

Share this: