ANCHE IL VENTO, LA BORA TOSCANA

ANCHE IL VENTO, LA BORA TOSCANA

Firenze – Un morto a Borgo a Mozzano, sette feriti, danni ingenti ovunque. Quando ieri, poco dopo le 16, la Protezione civile regionale ha emanato l’allerta meteo, nel quale si prevedevano mareggiate e forti venti in Toscana, nessuno aveva immaginato un fenomeno cosi devastante. Mai visto, e anche sentito, un vento del genere. Senza precedenti in Toscana negli ultimi vent’anni, ci dice il Lamma. Un sorta di bora toscana, ma molto più forte di quella triestina. A Gigliana, in Lunigiana, ha raggiunto i 202, 9 chilometri , una raffica record in Italia. Un vento che ha colpito gran parte della Toscana, soprattutto la parte nord-ovest, le province di Massa, Lucca, la Versilia, Pistoia. Ingenti i danni, al patrimonio pubblico e privato: alberi sradicati, tetti abbattuti, viabilità interrotta. Guasti alla rete Enel : interessate circa 200.000 utenze. Al momento sono circa 130.000 le utenze ancora senza corrente. Tanti danni, da richiedere, come ha annunciato in mattinata il presidente Enrico Rossi, lo stato di emergenza regionale “per consentire ai sindaci dei comuni dove si sono registrati danni di avviare gli interventi urgenti e per estendere la mobilitazione della protezione civile su tutta la Toscana”.

Bufere di vento , che hanno colpito gran parte della Toscana, soprattutto la parte nord-ovest, Massa, Lucca, la Versilia, Pistoia. I danni, al patrimonio pubblico e privato: alberi sradricati, tetti abbattuti, viabilità interrotta. Guasti alla rete Enel : interessate circa 200.000 utenze. Al momento circa 130.000 ancora senza corrente.

Più di una pioggia intensa, più di una forte nevicata. Dobbiamo cominciare a mettere nel conto che tra le nuove emergenze vanno inserite anche le tempeste di vento. Un fischio continuo ed assordante, dalla notte a tutta la mattinata. Alberi sballottati ed abbattutti, capannoni scoperchiati, migliaia di interventi dei Vigili del Fuoco, corrente continuamente saltata. E anche un morto, a Borgo a Mozzano, un uomo il cui automezzo è stato colpito da un masso (nella foto del titolo, pubblicata da Il Tirreno, l’auto colpita dal masso).
Disagi su tutti i fronti e su tutta la regione. Interruzioni stradali, case danneggiate, traffico aereo in tilt, circolazione ferroviaria interrotta, vento che non ha risparmiato le aziende florovivaistiche di Pistoia.
Nel pisano, per esempio: chiuso il ramo di Pisa della Fi.Pi.Li., la Strada provinciale Vicarese, tra i comuni di Calcinaia e Vicopisano, la strada provinciale Calcesana tra Calci, San Giuliano e Vicopisano, la strada provincialeSP di Lajatico tra Lajatico e La Sterza. E l’elenco continua a Buti, Peccioli, Casciana Terme, Pomaia, Lari, Pontedera, Calcinaia, Ponsacco.
Nel livornese, situazione analoga: vento e mareggiate al largo. Collegamenti difficili, se non impossibili, con le isole dell’Arcipelago: le navi per Capraia non sono partite, per l’Elba una sola nave da Piombino.

Il presidente toscano Enrico Rossi ha seguito in diretta twitter l’evento nel corso della mattinata : sembra un bollettino di guerra. Alcuni tweett:
– #allertameteoTOS circolazione interrotta sulla FI-PI tra Empoli e San Romano; in corso di attivazione il servizio bus sostitutivo
– #VentoForte treni ripresa circolazione sulla Viareggio-Massa; interrotta tra Castiglion Fiorentino Terontola #allertameteoTOS
– #VentoForte strade: chiusa regionale 65 della Futa, Provinciale 85 di Vallombrosa, 17 di Alto Valdarno, 86 Regello-Donnini-Tosi
– #VentoForte un’insegnante e una bidella rimaste lievemente ferite per il crollo del tetto di una Scuola a Ponte a Moriano (Lu)
– #VentoForte Aeroporto Peretola: raffiche sino a 137 km/h e voli dirottati sull’aeroporto di Bologna
– #VentoForte sull’Aurelia: chiuso lo svincolo d’Ansedonia (Gr) e bloccata in entrambi i sensi a Lido di Camaiore (Lu)
– #VentoForte meteo Lamma: domani ancora raffiche 90km/h su tutta la Toscana, ma cielo sereno/poco nuvoloso
– #VentoForte bollettino meteo Lamma: per il resto della giornata raffiche sino a 100 e oltre km/h. Arezzo, Siena e Grosseto neve sui 600 m
– #VentoForte bollettino meteo Lamma: per il resto della giornata raffiche sino a 100 e oltre km/h. Arezzo, Siena e Grosseto neve sui 600 m
– #VentoForte #Prato crollo ex fabbrica nel centro storico vicina al centro sanitario Giovannini. Evacuate 150 persone
– #VentoForte raffiche +100 km/h: cinque feriti (2 vigili del fuoco a Figline); Lucchesia muore automobilista travolto da masso
– #VentoForte ho parlato con responsabile Enel Massimo Bruno. 230.000 linee media tensione interrotte. Mi assicurano riattivazione in giornata
– #VentoForte treni: circolazione interrotta sulla Prato-Pistoia; previsti bus sostitutivi; riprende la circolazione sulla Faentina
– #allertameteoTOS #Mugello: sradicati oltre 200 alberi all’autodromo. La tromba d’aria ha piegato strutture in ferro

Ed anche informazioni di servizio:
– Per segnalare guasti #ENEL chiamate il numero verde 803500 #allertameteoTOS

Vento, alberi sdradicati

Perchè anche il vento? “Tutti i fenomeni meteorologici – spiega il climatologo Giampiero Maracchi – sono a base di energia. Sia le piogge intense, sia il vento sono determinati da una differenza di pressione. Anche il vento è legato alle quantità di energia in gioco”.
Da che dipende? “Dai cambiamenti climatici che hanno portato ad un riscaldamento dei mari, che significa più calore e, quindi, più energia, che si può convertire o nella intensità delle piogge o nella velocità di spostamento di masse d’aria, quindi il vento”.
Il vento forte è un fenomeno che avviene con una certa frequenza. In Francia per esempio. Questa volta anche in Italia, in Toscana in particolare, perché si tratta di grecale, che viene da est e non da ovest, per cui non ha trovato grandi ostacoli”.

Il vento dovrebbe insistere sulla Toscana per tutta la giornata ed anche domani. Fortunatamente, dicono i meteorologi, si manifesterà in maniera più leggera.

image_pdfimage_print

Leave a Reply

Share this: