IL 25 APRILE DI 70 ANNI FA E QUELLO DI OGGI

IL 25 APRILE DI 70 ANNI FA E QUELLO DI OGGI

Prato – E’ il settantesimo della Liberazione dal nazifascismo. Le manifestazioni che si sono svolte in tutta Italia e in Toscana risentono di un clima diverso da altre volte che, per il 25 Aprile, è diventato un richiamo più forte e solenne ai valori fondanti della Repubblica e della Costituzione nata dalla lotta antifascista.

Come le parole pronunciate dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Piccolo di Milano: “La rivolta morale del nostro popolo contro gli errori della guerra e le violenze del nazifascismo non è esercizio da affidare saltuariamente alla memoria: stiamo parlando del fondamento etico della nostra nazione. I nostri padri ci hanno dato moltissimo e questo ci onora e per noi comporta l’onore di compiere nuovi passi. La Festa della Liberazione è incitamento a tenere la schiena dritta ed essere fedeli a noi stessi”.

Il Presidente della Toscana Enrico Rossi ha scelto di partecipare alla manifestazione di Prato. Quanto dirà dal palco, lo aveva di fatto anticipato nella mattinata sul suo profilo Twitter : “#il coraggio di Noi, i nostri valori sono minacciati. Contro il fascismo che c’è ancora noi dobbiamo alzare gli argini”. E in un altro tweet: “ #ilcoraggiodi accogliere chi fugge dalla miseria e dalla guerra oggi è questa la Resistenza”.

Poi l’intervento sul palco di Prato : “Al fascismo di oggi alziamo gli argini dell’idealità. Ispirarsi al periodo della Resistenza e della Liberazione può e deve essere il nostro modo per trovare forza nel presente. Non dobbiamo farci ricattare dalla paura e da chi la agita. La paura non ci deve far perdere umanità rispetto a quello che accade. Accogliere chi fugge dalla miseria e dalla guerra oggi è questa la Resistenza”. “profondamente democratica”.“A chi ha voluto in questi anni – aggiunge il presidente della Toscana – denigrare la Resistenza, mettere sullo stesso piano oppressi e oppressori, dobbiamo rispondere che non abbiamo bisogno di memorie bipartisan”. “Chi voleva denigrare – sottolinea Rossi – ha anche detto che la Resistenza era un fatto di pochi. E invece no. E’ stato un popolo intero che ha fondato la Repubblica, ci ha dato la Costituzione e ci ha regalato lo splendido articolo 1”. Rossi ricorda la Resistenza armata, la Resistenza civile, la Resistenza dei militari che non scelsero il compromesso con il regime di Salò. “Tutte insieme sono state una Resistenza perfetta che – dice Rossi – ha dato vita alla Costituzione e ci ha consentito di costruire la nostra vita democratica”.

Nella foto : Momenti di commozione a Prato, alla manifestazione per il settantesimo della Liberazione

Nella foto : Momenti di commozione a Prato, alla manifestazione per il settantesimo della Liberazione

“Anche per questo – conclude – oggi dobbiamo chiedere alla comunità internazionale di fare qualcosa di più rispetto a quello a cui assistiamo e che Papa Francesco ha definito la terza guerra  mondiale”. “É poco mettere qualche soldo. Non vorrei che qualcuno un giorno ci ricordasse che di fronte alle immagini siamo rimasti indifferenti. C’è bisogno di un sussulto della politica nel mondo occidentale e della consapevolezza che una tragedia può impattare su di noi. E non se ne esce con formule magiche di odio”.

A proposito di lotta al fascioleghismo di oggi: “Leggo – osserva Enrico Rossi, a margine delle celebrazioni del 25 Aprile – che i fascio-leghisti, Meloni e Salvini, vogliono partire dalla Toscana costituendo un fronte di liberazione nazionale”. “In Toscana – dice Rossi – troveranno già costituiti i Comitati di Liberazione Nazionale, CLN, che pacificamente li fermeranno colpo su colpo. Oggi che celebriamo il 25 Aprile non ci dispiace replicare così a Fratelli d’Italia e Lega Nord”.

Nel filmato: Un estratto dell’intervento di Enrico Rossi a Prato per le celebrazioni del 25 Aprile: “Al fascismo di gente che c’è ancora nella nostra società, bisogna alzare – ha detto – gli argini delle idealità, della libertà, dell’uguaglianza che mossero i nostri antenati”

Nella foto di copertina: Enrico Rossi durante l’intervento alla manifestazione di Prato per il settantesimo anniversario della Liberazione

 

image_pdfimage_print

Leave a Reply

Share this: