idea rock: sostegno alle band under 35

idea rock: sostegno alle band under 35

Firenze – Largo ai giovani e largo alla musica dei giovani. Riguarda questo tema la proposta che Enrico Rossi lancia oggi, nel corso della sua campagna elettorale per essere rieletto presidente della Regione.

“Nei prossimi cinque anni – annuncia Rossi – vogliamo sostenere giovani band o progetti artistici individuali – animati da ragazze e ragazzi di età media inferiore ai 35 anni – per contribuire all’acquisto di strumenti e apparecchiature, all’affitto di studi di registrazione e spazi per le prove, alle spese per le trasferte, per la realizzazione di produzioni, per la partecipazione a workshop formativi. Sosterremmo almeno 100 band all’anno con 5.000 euro per ciascun progetto artistico. La proposta – spiega – nasce anche da alcune sollecitazioni giunte durante il GiovaniSì Tour: nel corso delle diverse tappe tante e tanti ragazze e ragazzi ci avevano chiesto di intervenire su giovani e cultura”.

“In tutto – conclude – metteremo a disposizione ogni anno 500mila euro per la creatività musicale di base. Per suonare di più e meglio”. La Toscana è terra di giovani creativi e ospita una ricca scena di musica giovanile indipendente. Una realtà culturale diffusa e variegata. In ogni provincia ci sono band musicali, cantautori, compositori, dj, associazioni culturali, esperti del settore e promotori culturali: ognuno dei quali attivo nel mondo della musica sul proprio territorio di appartenenza (N.B. La versione integrale del progetto su toscanacisiamo.it).

PROGETTO VITA INDIPENDENTE PER LE PERSONE DISABILI – Ieri era stata la volta dei problemi della disabilità. “Stanzieremo 1,5 milioni di euro tramite il Fondo Sociale Europeo – ha detto Rossi – per combattere la dispersione scolastica e favorire il rapporto scuola-lavoro per le persone disabili, estenderemo il progetto ‘Vita Indipendente’ che già oggi interessa 800 disabili, apriremo il portale regionale della disabilità sulla piattaforma Open Toscana. Vogliamo sostenere i diritti e aumentare le opportunità delle persone disabili affinché siano sempre più cittadini nella società alla pari di tutti gli altri”.

QUANTO COSTA? – Dall’inizio della campagna Rossi ha preso impegni per diversi settori di attività: ha proposto di costruire in Toscana 100.000 nuovi orti per migliorare la salute, il mangiar sano ma anche per combattere povertà e solitudine. In tema di mobilità sostenibile si è impegnato, se rieletto, a triplicare i 500 km di piste ciclabili entro il 2020 e completare la ciclopista dell’Arno, grazie a 48 milioni di euro nei prossimi tre anni attraverso i fondi europei, e a promuovere l’integrazione bici-treno con una serie di bonus per chi acquista una bici pieghevole e promozioni per le linee turistiche. Per la montagna toscana Rossi si è impegnato a investire da qui al 2020 150 milioni di euro per la manutenzione dei boschi, la pulizia dei fiumi e per l’assetto idrogeologico. Nel settennato europeo 2007-2013 la Toscana ha investito in questo settore 93 milioni. Inoltre sarà introdotta un’ulteriore riduzione dell’IRAP per tutte le imprese con fatturato inferiore ai 77mila euro, che già beneficiano di uno sconto dello 0,5%”. Infine Rossi si è impegnato per un ampliamento della rosa delle patologie da curare con la cannabis, per la semplificazione delle procedure di accesso al farmaco e la predisposizione di corsi di formazione rivolti a medici e farmacisti per ridurre il divario di conoscenza che penalizza il farmaco e i pazienti.

Senza contare provvedimenti di sgravio fiscale o bonus, Rossi fino ad ora ha promesso investimenti diretti per 200 milioni di euro.

 

image_pdfimage_print

Leave a Reply

Share this: